• images/header/absolute/worldmap.png
  • images/header/top/logo.png

PERCORSI SOLIDALI

professione-life-coach-L-lnJEBKIl nostro impegno per il volontariato: collaborare attivamente per gli aiuti alle persone in difficoltà (leggi)

BIOARCHITETTURA

homegreen500La qualità di vita nelle nostre case dipende anche da un buono e stabile equilibrio energetico (leggi)

ACQUA BIOENERGETICA

acquaTrattamenti energetici con acque particolari per ritrovare e ristabilire equilibrio e armonia perduti (leggi)

PERCORSI PERSONALI

PercorsiPersonali3Percorsi mirati per riconoscere e sviluppare le nostre potenzialità nella ricerca del benessere interiore (leggi)

Le mani: strumento di percezione

  • PDF

Imparare l’uso delle mani per riconoscere le energie sottili

imagesL’uomo, è un essere pensante, collegato fisicamente ed energeticamente alla Terra e al Cielo: in questo modo si trova ad essere in perfetto equilibrio, permettendo a queste due entità di scambiarsi informazioni tramite la propria essenza. Se l'uomo è consapevole di essere un 'mezzo' attraverso il quale la Terra e il Cielo respirano, allora è consapevole anche di avere a disposizione una fittissima rete di informazioni che lo attraversano e lo avvolgono, che gli permettono di evolvere se solo re-impara ad utilizzare armoniosamente se stesso attraverso il riconoscimento della percezione interiore.

Partendo da questi presupposti, possiamo considerare tutto il corpo umano una meravigliosa antenna pronta per essere utilizzata.

La scienza ufficiale ammette l’esistenza di cinque sensi: vista, udito, gusto, odorato e tatto. Al fine di approdare ad una nuova teoria della percezione dobbiamo prendere invece in considerazione anche quei sensi che fanno parte si del nostro “vivere” quotidiano, ma ai quali invece non viene data la giusta collocazione, in quanto l’uomo non è solo un prodotto della natura e non è nemmeno solo ciò che si può vedere e toccare.

Questi "sensi" possiamo viverli attivamente solo se riusciamo a trasformare il nostro modo di pensare per accogliere la realtà del tempo in cui viviamo, infatti il concetto di "senso" equivale a sentire e non pensare.

Al giorno d’oggi, grazie all’era in cui la scienza la fa da padrone, abbiamo perso tutte queste sensazioni, queste capacità di ascolto interiore e di ascolto in relazione all’ambiente che ci circonda.

Ma per fortuna l’uomo è pieno di risorse ed essendo anche un essere energetico e non solo fisico, ha compreso che per continuare la sua evoluzione sempre di più in equilibrio ha assolutamente bisogno di ritornare ad essere sempre di più in connessione con se stesso, con la Terra e con il Cielo.

Prima di tutto ovviamente l’uomo deve riscoprire quindi chi è, le proprie potenzialità, le proprie necessità, i propri bisogni che non devono essere solo bisogni materiali ma soprattutto spirituali.

L’uomo sta nuovamente imparando a scoprire se stesso e come ben possiamo immaginare, questa sua introspezione è lunga e a volte difficile, in quanto deve andare contro a tutta una serie di infrastrutture create dalla società e  alla propria mente, le quali sono difficili da scardinare.

Ma come ben sappiamo, siccome vi è un collegamento tra tutti gli esseri umani, in quanto pur essendo diversi uno dall’altro, con le proprie specificità, vi è un minimo comune multiplo che fa si che basti l’evoluzione di una particolarità di un essere, per permettere ad altri milioni di esseri di evolvere nella stessa maniera.

In base a questo, noi dobbiamo imparare ad essere pienamente responsabili delle nostre scelte di vita, in quanto bisogna sfatare il modo di dire che un uomo solo non può fare nulla.

Proviamo a pensare ad un oceano formato da milioni e milioni di gocce d’acqua. Ogni goccia è un essere a sé stante e può andare e venire a suo piacimento, ma è solo stando insieme che formano l’oceano, solo stando tutte compatte hanno la forza di infrangersi sugli scogli, di essere quella meraviglia che tutti noi conosciamo.

Gli uomini hanno la stessa forza, devono solo diventare consapevoli di questo, devono assolutamente ricercare quella conoscenza che gli permette di utilizzare la forza con amore, poiché è l’amore quel collante che fa si che tutte le gocce rimangano compatte una vicina all’altra, per uno scopo comune. Unirsi per cambiare la propria coscienza.

Questa piccola premessa ci permette da subito di capire che lo scopo della nostra vita è si molto personale e specifico e quindi diverso uno dall’altra ma sicuramente tutti gli uomini hanno in comune la stessa evoluzione in rapporto diretto con l’evoluzione della Terra, ma la Terra è situata in uno spazio dell’Universo e quindi anche dell’evoluzione dell’Universo.

Che grande responsabilità abbiamo singolarmente!

Seminario condotto da Antonella Maritan  

Sala conferenze Mater Gaia-Arona
Per informazioni:
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
cell. 345 3047599

Meditazioni per la terra

  • Noi siamo i Custodi della Terra
    ....e voi che avete scelto di manifestare la vostra fisicità per una esperienza personale, siete qui come CUSTODI della TERRA e questo vuole dire che se avete deciso di manifestare la vostra…
    Leggi tutto...

Meditazioni per la vita

  • ....Iniziate col benedire tutti ciò che incontrate, tutto ciò che fate, tutto ciò che siete poiché vi sono si delle formule magiche per fare in modo che alcune cose da semplici diventino complicate e a volte la mente umana ha necessità di cose complicate piuttosto che di cose semplici. Benedire è unʼottima possibilità, ringraziare è un'ottima possibilità e non è…
    Leggi tutto...

Meditazioni per la morte

  • La morte è un passaggio che avete già compiuto    tante e tante volte, nel corso della vostra infinita esistenza, non ve lo ricordate adesso qua, in questo momento ma quando succede allora si attivano tutta una serie di processi, anche fisici, che annullano la paura della morte, annullano la paura e mettono    in atto invece, un senso di tranquillità e di accettazione ovviamente se durante la…
    Leggi tutto...
Sei qui: ATTIVITA' CONDIVISE I nostri seminari Le mani: strumento di percezione

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per garantirne il corretto funzionamento e per capire come viene utilizzato, con il fine di migliorarne l'esperienza d'uso e per offrire contenuti in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui: Cookie Policy.